chi siamo


I protagonisti del viaggio

Questo blog nasce per raccontare un viaggio un po’ particolare, considerato che l’oggetto di indagine è la solitudine della politica. Proposto nel gennaio 2017 con una lettera agli amici da Michele Nardelli, da quel momento il viaggio ha assunto una paternità plurale nelle persone che se ne sono sentite parte.

I protagonisti di questa avventura sono e saranno in altre parole i partecipanti del viaggio stesso. Sarà grazie a loro se questo blog si arricchirà di pensieri, di conversazioni ed interviste con altrettanti testimoni del nostro tempo, di narrazioni relative ad esperienze nelle quali il cambio di paradigma rappresenta lo snodo essenziale, di consigli di lettura…

Mentre scrivo queste cose mi accorgo del rischio di cadere in una sorta di retorica metodologica, consapevole che le forme della rete possono essere ancor più segnate dai meccanismi proprietari che quelle della comunicazione più tradizionale.

Allora mettiamola così. Partiamo da un piccolo gruppo di lavoro che si è trovato a percorrere un tratto di strada lungo questo tempo impervio, unito dalla convinzione che per affrontarlo servono nuove coordinate di pensiero che pure ritroviamo nella sensibilità e nell’elaborazione più originale e che la politica non riesce o non vuole vedere. Nella solitudine del sentirsi inascoltati, ma a guardar bene in buona compagnia.

Cosa ne verrà lo vedremo alla conclusione di questo nostro viaggio. Quel che sapremo raccogliere sarà a disposizione di chi ne vorrà trarre qualche spunto nel proprio tragitto personale o collettivo. (m.n.)